La pratica del riciclo creativo è un argomento interessante. Nella mia famiglia ritorna molto spesso!

Adoriamo curiosare le invenzioni che si trovano in giro. E se le troviamo particolarmente divertenti o, addirittura, originali ci piace condividerle con chi ha la nostra stessa passione.

La cosa più bella del riciclo creativo è che ha l’obiettivo di dare una seconda vita a degli oggetti altrimenti destinati al bidone della spazzatura.
Di per sé questa è già una buona pratica per strizzare l’occhio all’ambiente.

Un’altra caratteristica molto bella del riciclo creativo è che invita a pensare al recupero e al riutilizzo di materiali che in caso diverso finirebbero diretti nella spazzatura, invogliando alla fantasia e alla creatività di chi ha voglia di metterci le mani.

Ma, ci sono molti modi di farlo… e anche d’interpretarlo!
C’è chi lo fa solo per il gusto di creare qualcosa con materiali di recupero e chi semplicemente ama decorare la propria casa in modo originale; chi s’impegna nel riciclo, dando una seconda vita agli oggetti che usa e pone attenzione a tutte le componenti e agli ingredienti che utilizza…
Ogni stadio di quest’attività aumenta la bontà dell’azione nei confronti dell’ambiente.

Il riciclo creativo è considerato una vera e propria arte ormai…

Mica da noi, eh! J
Ci sono festival dedicati, eventi, corsi, laboratori… perché la fantasia e la creatività – per fortuna – non hanno limiti e sono sempre di più le invenzioni e gli esperimenti degli appassionati!

A noi piace pensare al punto di vista!
È un po’ come la differenza tra avere una “possibilità” e avere una “opportunità”.

La possibilità è una condizione, la caratteristica di ciò che è possibile. Come a dire – c’è l’eventualità che qualcosa possa accadere-.
L’opportunità, invece, è la presenza di una condizione favorevole per far sì che un’azione possa realizzarsi: aspettare, cogliere, sfruttare l’opportunità!

La possibilità che quell’oggetto che non usiamo più finisca nella spazzatura è molto alta. L’opportunità che quell’oggetto che non usiamo più, eviti la discarica, c’è solo con il riciclo.

Ci sono anche tantissimi laboratori o lavoretti creativi che in fase di riciclo creativo mischiano elementi e materiali, allungando sì la durata della loro vita, ma destinandoli inevitabilmente al bidone dell’indifferenziato.

Assolutamente vero… questi comportamenti non sono amici dell’ambiente al 100%.
Il recupero e il riuso dei materiali sono solo i primi due passi di una catena d’azioni necessaria alle buone pratiche per vivere sostenibile. Ma, anche qui…

La possibilità di imparare è in ogni angolo, bisogna vederla e saperla cogliere.
L’opportunità di cogliere però è a un tiro di schioppo… perché, si sa, chi ben comincia è a metà dell’opera!

Mamma Evelina